Il Blog

Seguici sui social network.

British Airways rimborserà fino a 88 milioni di euro ai passeggeri dopo il black out di sabato 27 maggio

Un black-out, quello capitato a British Airways il 27 maggio scorso, che costerà alla compagnia aerea britannica fino a quasi 90 milioni di euro, 100 milioni di dollari. British - secondo quanto riporta The Times, rimborserà gli oltre 75.000 passeggeri vittime del black out informatico con un pacchetto fino a 600 euro a persona.

Sabato 27 maggio, il sistema informatico della British Airways era andato in tilt costringendo la compagnia a cancellare tutti i voli in partenza dagli aeroporti di Heathrow e Gatwick per 24 ore, lasciando a terra circa 75mila passeggeri. Un danno enorme per la compagnia, economico, ma anche di immagine. Un danno ai computer per cui il management del gruppo si era affrettato a scusarsi parlando di un problema tecnico, non di un attacco hacker. Un disguido che - riferisce ancora il quotidiano britannico - sarebbe dovuto a un maldestro manutentore che avrebbe toccato un interruttore «off limit»: in sostanza avrebbe toccato il tasto sbagliato e staccato la corrente. Causando il black out totale: sito di prenotazioni, call center, servizi aeroportuali, aerei in partenza fermi ai finger, aerei atterrati con passeggeri a bordo rimasti bloccati per ore, comunicazioni in aeroporto sospese e assistenti di terra costretti a usare lavagne e pennarelli per dare informazioni frammentarie a migliaia di viaggiatori innervositi.

L’aministratore delegato del gruppo, Alex Cruz, si era scusato pubblicamente, e la compagnia aveva annunciato il risarcimento dei viaggiatori non solo del biglietto ma anche delle spese sostenute a causa del disagio: dai pasti alle notti in hotel. E i soldi - spiega in quotidiano - arriveranno ai passeggeri senza bisogno di presentare alcuna domanda di risarcimento, come invece era stato previsto inizialmente. Mossa che aveva suscitato le ire dei passeggeri e scatenato polemiche, tanto da convincere la compagnia a procedere con un rimborso diretto.Un black-out, quello capitato a British Airways il 27 maggio scorso, che costerà alla compagnia aerea britannica fino a quasi 90 milioni di euro, 100 milioni di dollari. British - secondo quanto riporta The Times, rimborserà gli oltre 75.000 passeggeri vittime del black out informatico con un pacchetto fino a 600 euro a persona.

Ryanair, accordo con Air Europa: sul sito della low cost si prenotano i voli lungo raggio per l’America Centrale

Ryanair annuncia la nuova partnership con Air Europa: i clienti Ryanair potranno prenotare direttamente sul sito del vettore irlandese anche i voli lungo raggio operati da Air Europa. Si tratta di 20 rotte a lungo raggio da Madrid verso 16 paesi in America centrale, Nord e Sud America, tra cui Argentina, Brasile, Cuba, Messico e Stati Uniti.

Leggi tutto

Volo Cancellati? È il Vettore a Dover Provare di Averti Avvisato…

L’onere di provare se e quando il passeggero sia stato avvertito della cancellazione di un volo incombe in ogni caso sul vettore aereo, tenuto sempre a pagare la compensazione prevista dal regolamento Ue n. 261/04 se non è in grado di dimostrare che il passeggero è stato informato della cancellazione del volo più di due settimane prima dell’orario di partenza previsto. Il vettore, a sua volta, può sempre chiedere il risarcimento del danno subito, conformemente al diritto nazionale applicabile, a chiunque sia all'origine del suo inadempimento, terzi inclusi.

Leggi tutto

Chi siamo

SosVolo.com è un portale a favore dei viaggiatori composto da professionisti dei diritti dei trasporti che, gratuitamente, offrono assistenza a tutti coloro che hanno subìto disagi durante il loro viaggio.
leggi tutto...